Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Buongiorno e bentornati.

Anche questo lunedì siamo riusciti a ritrovarci per il Lunedì Desueto, la rubrica artistico-culturale (si può dire?) in collaborazione con “Una parola desueta al giorno“. La parola di oggi è “ammannire”:

Ammannire
[am-man-nì-re] v.tr. (ammannisco, ammannisci ecc.)
• [sogg-v-arg] Preparare, allestire, apparecchiare pasti o cibi: a. un pranzo
• [sogg-v-arg-prep.arg] fig. Con valore scherz., propinare qlco. di sgradito a qlcu.: a. un film noioso agli invitati.

Ed ora passiamo subito al racconto:

Ammannire

Giulia aveva detto che avrebbe ammannito il pranzo per quel giorno. Suo fratello maggiore e sua madre l’avevano guardata con stupore, vista la vita sregolata che conduceva e la sua presenza a casa praticamente inesistente, ma alla fine si erano lasciati convincere.
L’avevano lasciata tutta la mattina sola in casa, perché anche i servitori erano stati mandati a occuparsi di diverse faccende, quindi Giulia aveva avuto tutto il tempo di preparare dei manicaretti di tutto rispetto. I suoi familiari non l’avevano mai saputo, ma lei era abituata a cucinare.
Si era impegnata molto, nonostante la tunica continuasse a spostarsi in maniera fastidiosa, e alla fine era riuscita a preparare un pasto che sarebbe stato degno dell’Imperatore.
All’ora convenuta, sua madre e suo fratello rincasarono, e non poterono trattenere lo stupore davanti a tutto quel cibo dall’aspetto e dal profumo delizioso. Già entrambi cominciavano a pensare a un possibile cambiamento di Giulia, quando questa li invitò a prendere posto per il pranzo.
Lei non mangiò nulla, ma si limitò a guardare sua madre e suo fratello che si ingozzavano, fino a quando non avvenne quello che aveva previsto.
Inizialmente furono dei colpi di tosse, quindi questa si fece più insistente. La madre si portò le mani alla gola, mentre il fratello cercava di darsi dei pugni sul petto, ma Giulia sapeva che sarebbe stato tutto inutile.
Aveva sempre odiato quei due esseri umani che pensavano di poter mettere un freno alla sua vita, così quel giorno, insieme al pranzo, gli aveva ammannito uno scherzo.
L’ultimo a cui avrebbero mai assistito.

Bene, anche per oggi il Lunedì Desueto è terminato. Vi ringrazio per aver letto queste righe e per l’interesse che mostrate settimana dopo settimana.

Come sempre vi aspetto nei commenti!

A presto!

Neri.

NeriFondiSigillo

Annunci