Tag

, , , , , , , , , , , , ,

Buongiorno e bentornati.

Oggi parliamo di una sfida che da diversi anni ha assunto una posizione di rilievo tra tutti coloro che scrivono e non solo. È una sfida senza esclusione di colpi, che vede contrapposte due “scuole di pensiero” completamente diverse, e che può essere riassunta con una semplice domanda:

Moleskine o Paperblanks?

Due posizioni contrapposte e due filosofie differenti. La prima punta sul nero semplice, su carta color avorio e sulla potenza del design “minimalista”, mentre la seconda punta su uno stile decisamente più antico e colorato (ma non sgargiante).
Entrambe le produzioni sono immediatamente riconoscibili, e da circa una decina d’anni dividono la comunità degli scrittori (appassionati e professionisti), anche se in Italia sembra che la Moleskine sia un passo avanti.

C’è da precisare, comunque, che la Moleskine è famosa anche tra il pubblico di ragazzini che di scrittura sanno poco o niente, ma che si sentono più importanti solo per il fatto di dire che loro hanno una di quelle agende nere. Ma questa è un’altra storia.

Tornando a noi, posso dire, avendo toccato con mano entrambe le produzioni, che tutt’e due offrono una qualità assolutamente alta, anche se devo ammettere che la Paperblanks mi sembra che offra una maggior solidità, che comunque però va a discapito della portabilità, fattore che sta decisamente dalla parte di Moleskine.

La carta è ottima in entrambe le produzioni, la penna scorre senza problemi sia che si usi una sfera, sia che si usi una stilografica, e per chi scrive molto a mano, questo è un punto fondamentale, perché aumenta la velocità e riduce la fatica. Tuttavia, a proposito di scrittura, alcune Paperblanks risultano troppo “alte” per poter scrivere con agilità su tutta la pagina, specialmente all’inizio del quaderno.

In sostanza sono due ottimi supporti di scrittura, distinti per scelta filosofica, se così vogliamo dire. Da qualche anno si “danno battaglia” a colpi di quaderni, e sinceramente questo non può fare che bene a un mondo in cui la scrittura sta avendo una grandissima diffusione.

Come avrete già letto in altri miei articoli (come questo), a me le Moleskine non piacciono, ma questa è una questione di gusti. Trovo molto più interessanti le Paperblanks, con la loro varietà di formati e di trame, e soprattutto trovo bellissima la loro serie sugli scrittori, e mi vanto d’essere possessore di un bellissimo quaderno ispirato a Shakespeare.

E voi, di che “fazione” siete? Moleskine o Paperblanks? Fatemelo sapere nei commenti!

A presto!

Neri.

NeriFondiSigillo

Annunci