Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Buongiorno e bentornati.

La classifica di oggi tratterà dei cinque personaggi che amo nell’ambito della letteratura.
Perché ho deciso di farla? Innanzitutto devo confessare che l’idea è partita dai cinque personaggi che odio, classifica che vedrete la settimana prossima, ma ad ogni modo voglio che questa classifica abbia un duplice scopo: farvi conoscere i miei gusti, e conoscere i vostri.

Per cui, senza ulteriori indugi, passiamo alla classifica!

1° Posto: Achille

Achille… Semplicemente il personaggio perfetto. Il Re dell’assolutismo. La forza e l’audacia, la follia guerresca e le passioni forti, il tutto racchiuso in un personaggio solo. Non ammette repliche riguardo le proprie convinzioni, e preferisce morire giovane ed essere ricordato in eterno, piuttosto che avere lunga vita e venir dimenticato.

2° Posto: Gringoire

Perché Gringoire? Perché leggendo di lui ho avuto la sensazione che Hugò mi avesse reso un essere d’inchiostro. Mi riconosco totalmente in lui, in tutto, nella sua insoddisfazione nei confronti del mondo, nel suo sentirsi incompreso e nel suo amare gli animali più delle persone.
Oltre, ovviamente, alla sua incapacità di affrontare la vita.

Ne ho parlato in “Le mie dieci citazioni preferite“.

3° Posto: Sherlock Holmes

Image by Juhanson

Dal regno dei passionali, transitiamo in quello del raziocinio. Dannazione quanto mi ha fatto stare bene questo personaggio! Mi ha ridato speranza nelle capacità umane. Mi fa impazzire la sua capacità di ragionamento, e non mi stancherei mai di rileggere le sue indagini!

Ne ho parlato in questi tre articoli:

4° Posto: Jean Valjean

Un quarto posto che forse non gli calza proprio a pennello. Avrebbe dovuto trovarsi più in alto, ma in fin dei conti questa non è una classifica per importanza. Valjean è, a mio avviso, uno dei personaggi meglio riusciti della storia della letteratura. Ha in sé il tutto, generato dal nulla che la società gli ha imposto con una pena iniqua. La sua evoluzione è magistrale, e il suo senso umano mi fa sempre commuovere.

5° Posto: D’Artagnan

Lui è lo spaccone, ma lo spaccone leale. Audace, intraprendente, fidato, D’Artagnan è un personaggio che mi ha affascinato sin da bambino, ma che è tornato alla carica quando da poco ho riletto le sue avventure. È semplicemente affascinante in ogni suo aspetto, e anche lui fa rimpiangere quei tempi in cui i valori erano qualcosa di tangibile, e non soltanto un ricordo.

Bonus: Monsieur Mabeuf

È un idolo, e non potevo non inserirlo in questa classifica. Ama l’arte e le piante, ma rimarrà per sempre nel mio cuore per questa frase con cui Hugò ce lo descrive:

“Non capiva come gli uomini potessero passare il tempo a odiarsi per delle inezie come la costituzione, la democrazia, il legittimismo, la monarchia, la repubblica, eccetera, mentre al mondo ci sono tante specie di muschi, di erbe, di alberi da osservare, e mucchi di libri da sfogliare.”

Bene, questa è la mia classifica, ma ovviamente mi farebbe piacere conoscere i vostri gusti!
Per cui, mentre aspettiamo la prossima settimana per conoscere i personaggi odiati, vi aspetto tutti nei commenti!

A presto!

Neri.

NeriFondiSigillo

Annunci