Tag

, , , , , , ,

Buongiorno e bentornati.

Oggi per il Lunedì Desueto, il consueto appuntamento di inizio settimana in collaborazione con “Una parola desueta al giorno“, siamo alle prese con la parola panciolle, di cui vado subito a darvi la definizione:

Panciolle
[pan-ciòl-le] tosc.
Usato solo nella loc. avv. in p., con la pancia all’aria, in ozio: sedere, stare, starsene in p.

Ed ora passiamo immediatamente al racconto:

Panciolle

Image by 4028mdk09

“Bella quest’arietta fresca, mi mette quasi appetito. Anzi, mi mette proprio appetito! Bene bene, lì c’è del cibo. Ora mi alzo e lo prendo… No, no, provo ad allungarmi. Uno, due… eeeeh! Nulla, proviamo a rotolare sulla schiena. Ah, ecco, ce l’ho fatta, ma per oggi basta con le fatiche. Cominciamo a sgranocchiare.
Che buono, mamma mia. Però quanto ho dovuto faticare. Troppa fatica, troppa. Ma no, dai, forse è una fatica commisurata al risultato che ho ottenuto…
Ma che mi importa? Non ho voglia di faticare con questi pensieri… crunch, crunch. È finito! Meno male che adesso sono vicino e posso prendere altra di questa roba da sgranocchiare.
Speriamo che non venga nessuno a disturbarmi, però. Sai che fatica doversi mostrare minacciosi, quando si è bianchi, neri e grassottelli? È molto meglio starsene in panciolle tutto il giorno.

Mmm, buono questo bambù. Crunch, crunch.”

Bene, anche per oggi il Lunedì Desueto è terminato. Spero di avervi fatto trascorrere qualche minuto spensierato, e come sempre attendo i vostri commenti!

A presto!

Neri.

NeriFondiSigillo

Annunci