Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Buongiorno e bentornati.

Lo sappiamo tutti, creduloni o scettici, la scaramanzia fa parte delle nostre vite. Ora qualcuno starà pensando che per lui questo discorso non vale, che non è assolutamente scaramantico etc, ma io sono sicuro che almeno una volta nella vita si sia abbandonato a qualche gesto scaramantico.

Detto ciò, vi voglio parlare di quelli che sono i miei cinque rituali di scrittura. Ebbene sì, ci sono delle cose che faccio o che dico, che mi aiutano a trovare un maggior feeling con la carta, la penna e con la mia adorata tastiera. Non sono per forza scaramantiche, sono semplicemente delle… cose”!

Quali sono? Eccoli qui:

1: Il Quaderno

Image by Marlith

Come avrete visto in parte nell’articolo Perché scrivo romanzi, la parte che preferisco della scrittura è il processo creativo, ovvero l’ invenzione” del romanzo. Ma per poterlo inventare, per poterne stendere i vari punti, fare l’analisi dei personaggi etc, serve un quaderno.
Ecco, ogni volta che voglio scrivere qualcosa di nuovo, devo andare a comprare un quaderno nuovo. Non c’è un quaderno in particolare, l’importante è che sia nuovo, anche se devo ammettere di avere una predilezione per i Monocromo a quadretti.

2: Il Backup

Paranoia allo stato puro. Al termine di ogni singolo capitolo, e anche prima di iniziare a scrivere, devo fare il backup di tutto. Avete capito bene, di tutto. Non solamente dello scritto in questione, ma anche di tutto ciò che ho scritto nel corso degli anni. Perché? Perché una volta il computer mi si è letteralmente fuso e ho rischiato di perdere tutto. Da quel giorno mangio pane e backup.

3: La Data

Image by Keepscases

Ci sono scrittori che fissano una data precisa. Per esempio c’era una scrittrice (non ricordo se fosse Virginia Woolf), che non iniziava a scrivere un romanzo se non in un determinato giorno del mese.
Io non sono a questi livelli, però ho bisogno di fissare una data di inizio. E una volta fissata, cascasse il mondo, io devo rispettarla. Mi aiuta ad evitare di perdere tempo e stimola la creatività.

4: La Musica

Ecco, forse questo è uno degli aspetti più scaramantici, insieme al punto numero uno. Ma forse più che di scaramanzia, qui si tratta di emozioni. Da quando scrivo “seriamente”, ovvero con impegno costante e preciso, ascolto sempre gli stessi album, che sono i seguenti:

(Cliccando sui nomi in elenco verrete reindirizzati a dei video su Youtube, per avere un’idea del genere di musica in questione.)

5: I Tempi

Image by S Sepp

Anche questa è una parte importante dei miei rituali. Le tempistiche di scrittura sono fondamentali, per me, e mi aiutano ad evitare le distrazioni. So esattamente in quanto tempo scriverò un determinato capitolo, e se per caso non riesco, allora il giorno successivo dovrò irrimediabilmente recuperare, pena una grossa e pericolosa crisi di panico.

Ecco, questi erano i miei cinque rituali di scrittura.

E voi avete qualche rituale? Anche se non è specifico della scrittura, mi piacerebbe conoscere quelle che sono le vostre “piccole manie”.

Vi aspetto nei commenti!

A presto!

Neri.

NeriFondiSigillo

Annunci